lunedì 26 maggio 2014

L'importanza del tonico

Il tonico
Sul tonico ci sono spesso voci discordanti: chi lo ritiene inutile e superfluo e chi invece urla a gran voce la sua importanza.
Insomma tonico si o no?




Di sicuro fra tutti i vari prodotti cosmetici è quello meno usato, e a mio avviso è un vero peccato. Il tonico è un passo importantissimo nella cura della pelle.
E' una soluzione acquosa a ph acido a base di estratti o derivati vegetali. Serve a:
  • Completare la pulizia del viso
    Avendo una consistenza leggera arriva più in profondità rispetto ad un detergente e ciò gli consente di rimuovere anche le ultime tracce di sporco/trucco/impurità.
  • Ripristinare il ph
    La nostra pelle ha un ph acido, la maggior parte dei saponi e dei detergenti ha invece un ph basico o neutro per cui il tonico va a riequilibrarlo.
  • Restringere i pori
     
    Ha una lieve azione astringente ed aiutando a purificare la pelle favorisce la chiusura dei pori.
  • Rinfrescare
    Questa è forse la sua funzione meno importante ma considerando che la cura della pelle deve esser anche una piccola coccola quotidiana sentire la pelle fresca è un valore aggiunto.
In base agli attivi funzionali presenti diventa inoltre un mini trattamento per la pelle. A seconda delle vostre necessità vi basterà infatti scegliere un tonico lenitivo adatto alla pelle sensibile, oppure uno con attivi anti-age specifico per una pelle più matura o ancora tonici appositi per la pelle mista, secca, grassa, impura, reattiva...

Per tutto questo preferisco evitare prodotti 2 in 1, a mio avviso la cosa non ha molto senso e si andrebbero a perdere alcune delle sue funzioni principali.
C'è chi al suo posto preferisce usare un idrolato, ovvero un sottoprodotto dell'estrazione degli oli essenziali. Ha proprietà diverse a seconda dell'attivo vegetale utilizzato per la sua realizzazione e la differenza principale con il tonico sta negli ingredienti: l'idrolato è formulato solo con l'acqua di distillazione della relativa pianta, il tonico ha invece una composizione ben più ricca.

Come si usa
E' l'ultimo step della detersione, per cui dopo aver pulito la pelle con il vostro detergente/sapone preferito. Potete applicarlo come meglio preferite, io mi trovo bene applicandolo con un dischetto di cotone premendo leggermente per farlo penetrare meglio.
Il tonico non va sciacquato, per cui è meglio optare per formulazioni senza tensioattivi.

Tonico Fai da te




Su internet si trovano varie ricette per creare tonici adatti al vostro tipo di pelle. Se ad esempio avete una pelle sensibile basta fare un infuso di camomilla ed acidificarlo aggiungendovi aceto bianco o di mele; se invece preferite un'azione antiossidante preparate del tè verde da acidificare con gocce di aceto o succo di limone. Essendo composti fai da te e non contenendo conservanti vanno tenuti in frigo e consumati a breve.
Seppur creare un tonico sembri relativamente semplice questo blog non è il luogo adatto per reperire informazioni precise. Lo spignatto è un'arte seria, non si può improvvisare necessita di studio e passione che a me mancano. Per questo se siete interessati vi reindirizzo innanzitutto al forum di Lola, caposaldo dell'autoproduzione cosmetica, ed in seguito a Ma come spignatti?, il piccolo blog dell'appassionata Michela, a mio avviso davvero ben fatto.

Conclusioni
Come ormai avrete capito, per me tonico si!
Lo uso mattina e sera dopo aver deterso il viso e prima di mettere la mia abituale crema. Ad onor del vero alla sera la maggior parte delle volte la crema non la uso per cui termino con lui la mia beauty routine.
E' un cosmetico che ho sempre utilizzato, con il passaggio al bio mi sono soffermata principalmente sulla marca Fitocose. Ne ho provati parecchi (prima o poi vi farò tutte le recensioni) ed il mio preferito in assoluto è il loro tonico all'hamamelis, ma appunto ve ne parlerò più approfonditamente più avanti.

Voi lo usate? La pensate come me oppure siete del partito "inutilità del tonico"? 

Fatemelo sapere nei commenti.




Lily

"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" Gandhi

22 commenti:

  1. anch'io come te sono profondamente convinta che il tonico sia uno dei passi più importanti per la cura del nostro viso..io da quando ho trovato IL tonico non ne posso fare più a meno...meno punti neri e brufoletti in giro per il viso..pelle sana e luminosa..e, soprattutto, mi restringe i pori *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il tonico naturissima per pelli normali e disidratate :)

      Elimina
    2. Non lo conosco, ottimo a sapersi grazie :)

      Elimina
  2. Io invece appartengo alla categoria : Tonico?? Cos'è ? ahahhahahahahhaha spesso mi ripropongo di fare la brava e di usarlo...ma il più delle volte resta là inutilizzato....dici che ce la posso fare ??? :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ne sono sicura, mettilo vicino al detergente cosí te lo ricordi e poi a metterlo ci vuole due minuti :)

      Elimina
  3. Lo ammetto, io non ho mai avuto un tonico in vita mia...forse anche per questo non riesco a tenere a bada la mia pelle grassa e le relative imperfezioni, devo provvedere :/

    RispondiElimina
  4. Molto interessante, devo diventare più costante col tonico, ma anche capire quale faccia al caso mio. Ho una pelle mista con pori parecchio dilatati e naso molto screpolato...insomma, non sono un tipo semplice XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, poi bisogna trovare quello adatto. Magari potresti provare un tonico all'alchemilla adatto a pelle mista e delicata :)

      Elimina
  5. Tonico sì sempre e comunque!!!Non posso stare senza!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io e te la pensiamo spesso uguale :)

      Elimina
  6. Da quando ho abbandonato l'acqua di rose Roberts non ho più usato il tonico, ne faccio a meno...Magari ne proverò uno di Fitocose al prossimo ordine visto che uso già le loro creme per il viso...

    RispondiElimina
  7. Io al tonico ci tengo moltissimo e lo uso principalmente per dare sollievo alla pelle. Preferisco spruzzarlo direttamente sul viso e aspettare che si asciughi, cosa esito di usare il cotone che tanto odio. I tonici fitocose mi son piaciuti moltissimo, anche se lasciano la pelle leggermente appiccicosa ma hanno il vantaggio di rimuovere anche i residui di make up. Ho provato gli idrolati ed, invece, non mi son piaciuti. Mi sembrava di mettere acqua :-\

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fondamentalmente infatti sono acqua XD

      Elimina
  8. Ammetto che prima di trovare il mio tonico, quello giusto per la mia tipologia di pelle mista-capricciosa (utilizzo quello alla salvia di Martina G.), non avevo compreso molto bene la sua importanza: pori chisi, ph ripristinato (soprattutto se prima si usa una saponetta). Il tuo articolo è davvero chiarificatore <3

    RispondiElimina
  9. ciao ^.^ ti consiglio l'ottimo tonico alla rosa mosqueta di Omnia Botanica, io non posso più farne a meno! E' molto idratante ed è ottimo per chi, come me e te, non usa creme da notte: infatti da quando uso questo tonico non ho più le classiche pellicine da pelle disidratata che mi si formavano durante la notte e addirittura ogni tanto, se esco senza trucco, non uso nemmeno la crema da giorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie mille del consiglio, sembra ottimo! Me lo segno cosí se avrò occasione lo proverò senz'altro :)

      Elimina

Grazie per il tuo commento, il vostro riscontro è molto prezioso! :D
Ti chiedo cortesemente di non lasciare spam e di usare un linguaggio consono ed educato. Tutti i commenti che non rispettano questi due punti verranno automaticamente cancellati.

 

Copyright @ 2013 Breakfast at Lily's.