lunedì 31 marzo 2014

Fiera Fa' la cosa giusta 2014: il mio resoconto fra newscosmetiche,acquisti e foto

Ieri, domenica 30 Marzo, ho partecipato alla  fiera Fa' la cosa giustaCi ero già andata l'anno scorso e da allora me ne sono innamorata.
Si tratta della fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Diciamo che se il cosmoprof è la fiera per eccellenza per una beauty-blogger, questa lo è per le eco-blogger! Aspettavo da quella del 2013 di tornarci, ed ora non vedo l'ora già dell'edizione 2015.

Perché mi piace? 
Amo innanzitutto la tematica che tratta ma soprattutto adoro il fatto che non si occupa solo della cosmesi. La fiera infatti è solita occupare due padiglioni della fieramilanocity ed è divisa in 15 sezioni tematiche 
  • abitare green, 
  • commercio equo e solidale, 
  • cosmesi naturale e biologica, 
  • critical fashion, 
  • editoria e prodotti culturali, 
  • il pianeta dei piccoli, 
  • mangia come parli, 
  • pace e partecipazione, 
  • servizi per la sostenibilità, 
  • turismo consapevole, 
  • economia carceraria, 
  • mobilità sostenibile, 
  • eco wedding, 
  • green makers, 
  • street food.
Insomma, mi piace proprio perché abbraccia ogni aspetto della quotidianità dalla cosmesi al vestiario, dalla casa ai trasporti, dal cibo "classico" a quello "da strada", dalle vacanze al matrimonio (c'era di tutto: abiti, fedi, fotografo, estetista e parrucchiera, fioraio, viaggi di nozze, bomboniere, wedding planner...). Si trovano davvero un sacco di spunti e prodotti interessanti!
L'altro motivo per cui mi piace è perché predilige realtà piccole e locali; grazie alla fiera ho potuto conoscere negozi e produttori che in caso contrario non avrei mai scoperto come ad esempio le bellissime borse Gae & Bags.

News cosmetiche
La fiera permette anche alle aziende di presentare i loro nuovi prodotti.
La saponaria ha lanciato il latte detergente ed il bio bagnodoccia mediterraneo. L'anno scorso invece aveva esposto la linea per gli animali.



L'altra novità l'ho vista invece allo stand di Naturaequa. Il brand genovese ha presentato anche lui due prototipi: un'acqua profumata al mandarino verde (loro fragranza tipica, è molto fresca e adatta all'estate) e una crema allo zafferano (si è spalmata facilmente, l'odore tipico dello zafferano si sente ma è molto mitigato dalla lavanda) in collaborazione con l'azienda agricola "Zafferano di Rosso". Per chi come me non conosceva le sue proprietà, sappiate che nello zafferano sono presenti la vitamina A, molte del gruppo B e la vitamina C. E' uno degli alimenti più ricchi di sostanze carotenoidi per questo e per le sue proprietà antiossidanti aiuta memoria e capacità di apprendimento ma non solo, dà effetti benefici anche sulla parte del sistema nervoso responsabile del tono dell'umore. Secondo uno studio dell'Università dell'Aquila può rallentare le malattie degenerative della retina; infine nei tempi antichi veniva usato per trattare vari disturbi (come mestruazioni dolorose, lombalgia, spasmi bronchiali, asma, tosse, depressione ed eccitazione nervosa) ed era molto considerato anche come afrodisiaco maschile.

I miei acquisti
Avrei davvero comprato un sacco di cose, ma purtroppo non mi è possibile. Avendo un budget ristretto ho dovuto scegliere accuratamente cosa comprare. Ecco la mia strategia:
  1. prediligere prodotti che non ho già, che mi servono o che so di utilizzare.
  2. prediligere realtà piccole e che ancora non conosco o che non posso reperire altrove.
  3. fare prima tutto il giro della fiera, e solo dopo aver visto tutto decidere dove ripassare per l'acquisto.
Questo mi ha portato ad escludere ad esempio tutte quelle aziende che posso trovare facilmente da Thymiama, oppure tutti coloro che al primo giro non mi hanno fatto una buona impressione magari perché spingevano troppo all'acquisto, questo è un atteggiamento che non mi piace davvero, per fortuna ci sono stati pochissimi casi.

Ho preso 4 cose, vediamole meglio (cliccando sui nomi dei brand verrete indirizzati al loro sito).


Top ginnico, H-earth






Conoscevo già quest'azienda toscana dalla fiera dell'anno scorso. In quella occasione presi una canotta a vogatore, con la quale mi sono trovata benissimo (ve ne avevo parlato qui). Per cui ho deciso che pian piano proverò tutto quello che mi stuzzica, e sono parecchie cose.
Stavolta ho preso il top ginnico, avendo iniziato a fare sport sono sicura che lo sfrutterò. E' composto principalmente da fibra di amido vegetale e fibra di bambù; elimina il sudore in maniera naturale, apporta un elevato confort termico in quanto mantiene in piena estate il corpo fino a 1 o 2 gradi di temperatura più bassa, attenua i cattivi odori, non surriscalda, è resistente ai raggi uv ed è batteriostatico.
Prezzo: 10 euro.


Latte detergente, Asineria dei Colli


Ho voluto prendere questo latte detergente di questa piccola azienda di Cuneo in quanto quello che sto usando ora non mi sta piacendo per nulla. Inoltre i prodotti al latte d'asina mi ispirano parecchio. Sono passata allo stand e la gentilezza dell'espositrice mi ha letteralmente conquistata. Mi ha spiegato come vengono realizzati i prodotti e nella chiacchierata non ha mai spinto, neanche allusivamente, a cercare di farmi acquistare qualcosa da lei. Mi ha fatto provato sia la loro crema mani che quella viso. Il profumo era celestiale e mi sono sembrati buoni, si sono assorbiti in fretta e hanno lasciato la pelle morbida. La crema viso mi ha colpito particolarmente perché appena stesa ho proprio avvertito la sensazione di pelle idratata e fresca, inoltre alla sera con mia enorme sorpresa la pelle della guancia dove l'ho stesa era sensibilmente più liscia e morbida rispetto all'altra guancia.
La base di questo latte detergente è costituita dall'olio di mandorle dolci che va a sciogliere in maniera delicatissima le impurità della pelle lasciando il tessuto cutaneo morbido ed idratato. La presenza dell'allantoina rende questo prodotto leggermente esfoliante aiutando il rinnovamento cellulare e l'olio essenziale di lavanda rende questo latte decongestionante e rilassante sulla pelle, adatto quindi a tutti i tipi di pelle particolarmente a quelle più delicate. Se ne consiglia l'utilizzo anche come struccante.
Sono davvero felice di averlo preso, penso che mi ci troverò bene.
Prezzo: 15 euro.

Sapone marino, Equo e di più


Non ho trovato il sito internet di questa azienda legnanese, credo non lo abbia. Comunque il sapone è una cosa che non mi serve, ne ho davvero un sacco ancora nuovi da usare. Però dopo averlo provato ho continuato a pensarci.
E' un sapone-scrub idratante adatto a tutto il corpo, a base di sale marino e oli. Libera la nostra pelle dalle cellule morte e la idrata contemporaneamente lasciandola piacevolmente e a lungo morbida e profumata. Basta bagnare la parte, prelevarne una piccola quantità, massaggiarla come se fosse un normale sapone e risciacquare. Se si fa con l'acqua calda è meglio, nel loro stand c'era solo acqua fredda ed il risultato è stato comunque ottimo. In meno di un minuto mi ha lasciato le mani morbidissime, molto lisce, ben deterse e profumate. Non vedo l'ora di utilizzarlo sui piedi, o come scrub settimanale per il corpo.
C'erano varie profumazioni, io ho scelto quella ai fiori di loto.
Prezzo: 10 euro. Una quota degli utili ottenuti con la vendita viene impiegata per finalità sociali.




Olio solido, Stai bene


Io non amo molto gli oli di solito, non mi piacciono proprio come consistenza. Questa versione solida invece mi è senz'altro più comoda. E' un panetto dall'altissimo potere nutriente, idratante ed elasticizzante. Il suo effetto emolliente e vellutante è immediato e molto gradevole, grazie ai principi attivi quali olio di argan, olio di cocco e burro di Karitè.
Facendo acquagym la mia pelle tende a seccarsi per via del cloro. Un olio simile può aiutarmi a re-idratarla. C'erano davvero un sacco di profumazioni (le trovate nel loro sito) una più buona dell'altra. Alla fine, dopo lunghe annusate, ho optato per questa al bambù in quanto è quella che mi ha colpita maggiormente: è molto particolare e fresca, la trovo adattissima alla stagione calda che sta arrivando ed inoltre mi è durata a lungo.
Prezzo: 9 euro.


Anche in questo caso le ragazze dello stand sono state gentilissime e per nulla insistenti. In generale tutti gli stand dove ho comprato hanno avuto un atteggiamento più che cordiale.

Infine, io e mia madre ci siamo concesse una fetta a testa di torta buonissima della pasticceria artigianale Fetta d'amore. Una simpaticissima signora brasiliana aveva fatto tre diverse torte e le faceva assaggiare ai passanti. Qualora la torta piaceva e si voleva si poteva comprarne una fetta per tre euro. Noi abbiamo scelto entrambe la versione al cioccolato.


Io non sono molto da torte ma questa è la più buona che abbia mai mangiato.
I soldi per la fetta andavano a finanziare La mano tesa, una cooperativa sociale senza scopo di lucro. Il loro obiettivo principale è quello di aiutare, accompagnare, sostenere, circondare, integrare, valorizzare, ascoltare, intervenire ed accogliere i minori vittime di maltrattamenti o negligenze gravi sottoposti a misure giudiziarie, donne vittime di violenze o abusi e adulti in situazione di esclusione in quanto sottoposti a misure alternative, affetti da patologie psichiatriche, dipendenze, ritardi intellettuali importanti, disagi sociali. Perché? " Perché ogni essere vivente ha diritto alla considerazione, all'ascolto, al rispetto e alla dignità. Perché non si può sempre restare con le braccia incrociate a guardare altrove. Perché non succede solo agli altri..."


Foto
Ho fatto quasi 400 foto in fiera. Ci ho messo secoli a vagliarle e a farle diventare un numero decente. Nonostante questo lavoro sono davvero parecchie e se ve le metto tutte qua non finiamo più. Per questo ho pensato di farne un album pubblico nella pagina facebook collegata al blog e di linkarlo qui sotto in modo che chiunque possa fare un giro virtuale nella fiera con me. Purtroppo vi avviso che le luci non erano delle migliori, anzi credo fossero le più pessime con le quali ho avuto a che fare finora. Calcolando luce e telefonino, spero che il risultato sia comunque decente.
Ho tenuto solo ciò che più mi hanno colpita e nel caso vi aggiungo qualche info (come i nomi dei brand, indirizzo ai loro siti internet...) nelle descrizioni delle foto.
Qua voglio mettere solo le due cose che ricordo con più piacere di tutte e che penso meritino uno spazio specifico tutto per loro. Il primo è un percorso sensoriale organizzato dall'agriturismo Forte di Fuentes. In pratica nel primo percorso si doveva indovinare che prodotto era nascosto solo annusandolo: i prodotti erano cipolla, limone e varie erbe. La seconda parte invece dovevi capirlo toccandoli ed erano: patata, rapa bianca, pera, lana, terriccio e fieno.




Infine mi ha davvero colpito lo stand di Filastrocche su misura.
C'erano spunti interessanti e divertenti come il sognalibro, un segnalibro sul quale è scritta una filastrocca, ce ne erano vari e per sceglierlo bisognava leggere i titoli e prendere quello che istintivamente ci attirava maggiormente; e come il biglietto da vista: "sulla base del sano principio < io me ne faccio un baffo > metti naso e baffone a chi ti va", basta appoggiare virtualmente il naso rosso in prospettiva sul naso di chi stiamo guardando attraverso il buco apposito.
Idee semplici ma ricche di fantasia, adatte ai bambini ma non solo. Io bambina non lo sono più da un po' ma mi sono divertita lo stesso.


Vi lascio le foto di questi due stand insieme agli altri, con tutte le info ed i link per raggiungere i vari siti, nell'album completo. Per vederlo clicca qui

Voi siete andati in fiera? Fatemi sapere.



Lily

"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" Gandhi

9 commenti:

  1. Che bella questa fiera, molto interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che la fanno anche a trento ed in sicilia; se si é vicine consiglio di andarci :)

      Elimina
  2. Quante belle cose, che invidia! Speriamo che ne facciano una anche verso il centro, vorrei proprio andarci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'è il SANA a Bologna che magari dal centro è più semplice da raggiungere. Io non ci sono mai stata ma dicono sia bella :)

      Elimina
  3. Anche quest'anno me la sono persa :( Grazie per le fotografie, così almeno una visita virtuale posso dire di averla fatta. Interessante l'olio da massaggio, ci farò un pensierino una volta terminate le tonnellate di creme corpo che ho in casa. Avevo trovato in una fiera in provincia di Cuneo la crema viso e la crema mani dell'asineria e non l'ho più mollata...spero di ritrovarli ancora in giro prima che finisca :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono davvero buone, perchè per crema mani e viso sono decisamente a posto o ci avrei fatto seriamente un pensierino! :)

      Elimina
  4. Ciao mi sono imbattuta nel tuo blog..molto carino e semplice!!
    Leggendo questo post però ti devo far notare una cosa..per quanto riguarda il sapone al sale marino..sai perché ti lascia la pelle così liscia e morbida?? ? perché come ultimi due ingredienti ci sono due siliconi..
    Ho conosciuto questi prodotti in fiera a mariano, io sono di como e sono appassionata di cosmesi ecobio, mi sono soffermata alla loro bancarella e mi hanno subito fatto provare lo scrub. Decantano che il prodotto sia completamente biodegradabile..ma così non è. .i siliconi anche se contenuti in piccole concentrazioni non sono affatto biodegradabili. L'ho subito fatto notare, e hanno iniziato a cambiare atteggiamento.
    Mi sembri attenta a queste cose, per questo ho deciso di scriverti :-)
    Alla prossima, un caro saluto silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao silvia, innanzitutto grazie del commento davvero utile e dei complimenti :)
      Uh mi sa che l'inci è cambiato allora. Proprio perché attenta alla tematica già in fiera avevo controllato l'inci dei miei acquisti, dopo aver letto questo tuo commento sono corsa in bagno a controllare sulla confezione e posso confermare che nella mia i siliconi non sono presenti. Purtroppo non posso mettere foto nei commenti, il prodotto verrá recensito con tanto di inci (e foto) in un prossimo post, precisamente in quello della rubrica be bio dedicata alle mani. Intanto ti ricopio quello riportato nella mia confezione:
      Sodium chloride (maris sal), heliantus annuus seed oil, prunus amygdalus dulcis oil, olea europea oil, aqua, zinco coceth sulfate, propylene glycol, disodium laureth sulfoccinate, sodium lauryl sulfoacetate, cocamidopropilbetaine, simmondsia chinensis oil, argania spinosa seed oil, parfum, glyceril caprylate.

      Elimina
    2. Ho inserito la foto nel post così magari ti è più utile per un eventuale confronto.
      Ti voglio ringraziare davvero tanto per questo tuo commento comunque, ora mi informerò per capire meglio se l'inci è cambiato perchè in quel caso ovviamente lo segnalerò ed è merito tuo perché non ne sapevo assolutamente nulla :)

      Elimina

Grazie per il tuo commento, il vostro riscontro è molto prezioso! :D
Ti chiedo cortesemente di non lasciare spam e di usare un linguaggio consono ed educato. Tutti i commenti che non rispettano questi due punti verranno automaticamente cancellati.

 

Copyright @ 2013 Breakfast at Lily's.