giovedì 12 dicembre 2013

Deo e bio?? Si può fare!

Il deodorante è decisamente il cosmetico più difficile da sostituire quando si passa al bio.
Pure chi come me non ha mai avuto problemi con questo cosmetico avrà difficoltà a trovare il corrispondente eco adatto.




Partiamo con il dire che i deodoranti si dividono in due macrocategorie:
  • anti-traspiranti, come dice il nome funzionano bloccando la naturale traspirazione;
  • anti-odoranti, lasciano traspirare e vanno a neutralizzare l'odore.
 La prima categoria è senz'altro la più efficace, ed è scontato dirvi che infatti i deodoranti tradizionali ci rientrano quasi tutti. D'altro canto il loro impatto sulla salute non è dei migliori. Se ci pensate il corpo non suda tanto per ma lo fa per valide ragioni fisiologiche, bloccare il procedimento non è l'ideale. I principali antitraspiranti sono i sali di alluminio, ma non sono gli unici. L'unico deodorante bio che io conosca e che rientra in questa categoria è l'allume di rocca o l'allume di potassio. E' quindi preferibile optare per un anti-odorante.
I deo tradizionali sono inoltre ricchi di sostanze aggressive, considerando che l'ascella è un punto estremamente delicato e ricco di ghiandole sarebbe meglio evitarli.
Per tutte queste ragione un deodorante bio con i suoi ingredienti meno invasivi e più leggeri è l'ideale, sulla carta però perché come dice lo slogan di una famosa pubblicità "la peggior macchia del pulito è l'odore di sudore" nei fatti la prima cosa che vogliamo da un deodorante è che funzioni.
Di sicuro esiste il deo bio adatto a voi, il problema sta nel trovarlo. E' un'ardua impresa che diventa ancora più complessa per i fattori di reperibilità e costo che non rendono semplice il provarne parecchi.
La difficoltà principale è che, come sempre, la resa di un prodotto è soggettiva. In questo caso ancora maggiormente, ogni persona odora in modo differente dall'altra per cui non è affatto detto che ciò che riesce a neutralizzare il mio vada bene anche per il tuo e viceversa. Perciò, per quanto le reviews siano utili per farsi un'idea, non ne avrete la certezza fin quando non lo provate da voi.

Vorrei raccontarvi il mio percorso fatto finora fra i deo dal buon inci sperando che, fermo restando quello appena detto, possa comunque esservi utile o essere interessante.
Ho iniziato a vagliare questi prodotti partendo da ciò che costava meno e mi era più facilmente reperibile sostanzialmente per comodità. Qualora non mi sarei trovata bene avrei man mano alzato la fascia di prezzo o cercato lontano.


1) Il primo che provai fu lui, il Lycia Deo Nature spray.



Di questa linea l'unico che ha un buon inci è la versione in spray. E' così composto:
Alcohol Denat., Butane, Propane, Isobutane, Aqua (Water), Glycerin, Parfum (Fragrance), Triethyl Citrate, Dicaprylyl Carbonate, Ethylhexylglycerin, Echinacea Angustifolia Root Extract, Polyglyceryl-3 Caprylate, Tocopheryl Acetate, Linalool, Butylphenyl Methylpropional, Geraniol, Benzyl Salicylate, Citronellol, Limonene, Isoeugenol.
I due rossi sono allergeni del profumo, se non avete problemi in tal senso potete usarlo tranquille. Come vedete ha l'alcool in prima posizione per cui anche qua se è un ingrediente che vi da fastidio è meglio evitare. A me non da problemi.
Con questo deodorante mi ero trovata molto bene, quasi non mi sembrava vero di aver azzeccato al primo colpo, e infatti non fu così. Ha retto bene solo all'inizio poi pian piano ha cominciato a perdere efficacia fino a fallire miseramente un giorno di dicembre. Da allora l'ho cestinato. Mi piaceva molto il suo profumo fiorito. Magari più in là gli ridarò un'occasione ma solo per brevi periodi perché ho già constatato che nel lungo su di me non funziona.


2) Bicarbon Pasta, Fitocose



E' una pasta bianca al bicarbonato di sodio da spalmare sotto le ascelle. Non va messa subito dopo la depilazione per evitare di irritare la zona e di ingrossare le ghiandole. La prima impressione era molto positiva: ne bastava poca, si asciugava subito e soprattutto funzionava alla meraviglia! L'ho provata nel periodo caldo e pure quando sudavo l'odore era totalmente neutralizzato era come emanare acqua fresca. Peccato che l'ho cestinato dopo poco perché se indossavo capi chiari mi lasciava antiestetiche macchie giallastre. Al lavaggio van via senza problemi ma non è molto carino girare con quelle macchie. E' una cosa che fa a poche, ma non sono stata l'unica a riscontrare questo problema.
L'inci è il seguente: Aqua, Sodium bicarbonate, Glycerin, Xanthan gum , Acacia senegal gum

3) Nivea Pure and Natural 



Anche in questo caso la versione spray è quella dall'inci migliore. Il deodorante è così formulato: 
Butane, Alcohol denat., isobutane, propane, butyloctanoic acid, ethilhexylglycerin, methyl phenylbutanol, octyldodecanol, propylene glycol, aqua, linalool, buthylphenyl methylproponial, alpha-isomethyl ionone, geraniol, citronellol, parfum.
Se prima mi sembrava di emanare acqua fresca con questo mi sembrava di mettermela. Pessimo, non mi faceva proprio nulla. L'unica cosa che mi piace di questo deo è il profumo. Contando che anche l'inci non è dei migliori lo boccio.
Per onestà devo dire che mia madre invece con questo si trova molto bene.

4) Alverde Deo spray ai frutti rossi


Qua il mio percorso termina. Vi farò presto la recensione dato che ho terminato la prima confezione per cui per l'esperienza dettagliata vi rimando a quel post. Per il momento vi dico che è a base di acerola, ciliegie e mirtillo, che lo sto usando da settembre e mi piace un sacco, a tal punto da farne scorta prima che uscisse dalla produzione.
Ecco l'inciAlcohol,Aqua, ParfumTriethyl CitrateVaccinium Macrocarpon Fruit ExtractMalpighia Glabra Fruit Extract,Polyglyceryl-10 LaurateAlcoholCitric AcidGeraniolEugenolLinaloolFarnesolLimonene
Anche in questo caso l'alcool è al primo posto per cui se solitamente vi da fastidio evitatelo. In confronto al Lycia qui si sente maggiormente ma non mi ha creato alcun problema.

Di sicuro più avanti proverò altri deodoranti, ne ho già adocchiati alcuni.
Voi avete trovato il deo bio adatto a voi?

P.S Con questo post inauguriamo definitivamente la serie "sono una pessima blogger": come vedete ho infatti preso da internet tutte le immagine seppur degli ultimi due avevo le confezioni ma non mi andava di alzarmi per fare le foto.

Lily

"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" Gandhi

15 commenti:

  1. Ciao! ^_^
    E' vero con i deodoranti si fa sempre fatica.. Anche io ne ho provati tanti, ma quelli bio non reggono proprio, e io non ho una sudorazione "difficile" diciamo.. Però mi trovo benissimo con l'Ipnosi di Bema Bio, ne farò presto una recensione..
    Buona giornata ^_^

    RispondiElimina
  2. Quello di Alverde è ottimo, lo sto usando anch'io!! Ed ha un profumo che definire divino è poco!! *_*
    Anche quello della viverde coop non è male!! L'hai mai provato? ^_^

    RispondiElimina
  3. Ipnosi di Bema e quello Viviverde Coop sono proprio due di quelli che ho adocchiato uh uh insieme a quello di greenatural su cui ho sentito meraviglie :)

    RispondiElimina
  4. Che post interessante! anche io trovo che il deodorante sia un argomento spinoso :/ mi hai incuriosita, appena finisco il mio Biofficina lo provo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie :) quale vuoi provare che mi è sfuggito?

      Elimina
  5. io sto ancora cercando il deodorante giusto... quello fatto da me col bicarbonato a volte funziona altre no :( ho provato quello saponaria, e dopo un entusiasmo iniziale, si è tramutato in un clamoroso flop T-T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli al bicarbonato fai da te sono l'equivalente casalingo della bicarbon pasta in pratica! Mi spiace che quello la saponaria sia stato un flop, la ricerca continua :)

      Elimina
  6. Sono una frana sui deodoranti bio, grazie per le info!! Sarei davvero curiosa di provare qualcosa di Alverde! Comunque ho sentito parlare bene del deo di bionova, ma non vorrei dirti cavolate xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te :)
      su quello bionova (come su quello viviverde) ho sentito pareri contrastanti

      Elimina
  7. A parte Alverde gli altri non li definirei bio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bio direi alverde e fitocose, gli altri come ho scritto nel post li definisco deo "dal buon inci" ;)

      Elimina
  8. Sì certo! Anche quello fitocose (Non riesco a rispondere direttamente al tuo messaggio)

    Comunque io per principio se vedo scritto nivea non compro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla! :)
      Su quello non posso darti torto ahahah io guardo più all'inci che alla marca e mia mamma non usa solo prodotti bio con questi dal supermercato (come anche alcuni garnier) ma dagli inci migliori abbiamo trovato il nostro compromesso per non farle usare brutte sostanze :)

      Elimina
  9. Consiglio anche il Bergamil di Bioerath!!! ^_^

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, il vostro riscontro è molto prezioso! :D
Ti chiedo cortesemente di non lasciare spam e di usare un linguaggio consono ed educato. Tutti i commenti che non rispettano questi due punti verranno automaticamente cancellati.

 

Copyright @ 2013 Breakfast at Lily's.