venerdì 30 agosto 2013

Tinta?? A mai più rivederci!!

Ci sono tre modi per tingersi i capelli:
1) hennè: totalmente naturale e amico dei capelli, apporta molti benefici ma la gamma dei colori possibili è ristretta, è impegnativo e non sempre i risultati sui capelli bianchi sono ottimali.
2) tinte vegetali: a base di hennè e altre sostanze tintorie, naturali. Meno impegnative e gamma dei colori leggermente più ampia, i risultati possono non esser sempre ottimali. Esempio: Sante, Logona.
3) tinte chimiche: fra quest'ultime ne troviamo anche di meno aggressive e dall'inci migliore rispetto alle "tradizionali" ovvero tinte possibilmente senza ammoniaca, resorcina, parafenilendiammina, parabeni, allergeni della profumazione... Fra queste "leggere", che comunque essendo tinte chimiche garantiscono ampia gamma di tonalità, applicazione facile e risultati ottimali, troviamo ad esempio L'albero del colore, Biokap e Villa Lodola. Personalmente le trovo un ottimo compromesso per chi non può o non vuole per qualche motivo affidarsi ai metodi naturali ma contemporaneamente non vuole stressare troppo il capello.

Ora vi racconterò la mia disavventura con una tinta di quest'ultimo genere, ovvero chimica ma al contempo non troppo aggressiva.
La mia reazione una volta visto i capelli poi fu esattamente questa:

Mettetevi comodi sarà un'odissea. E vi avviso che le foto dove mi si vede sono scattate di sera per cui decisamente in versione "acqua e sapone": struccata e in pigiama!
 
Inizialmente i miei capelli erano del loro colore naturale, che definirei un castano chiaro, con qualche leggero colpo di sole qua e là.


foto scattata con luce artificale
Belli direte voi, e lo penso anch'io. Potevo farmeli andare bene e lasciarli così? Con il senno di poi direi dovevo.
Invece no, mi sono fissata che volevo schiarirli. Schiarire in modo naturale richiede molto tempo e costanza, senza avere risultati certi. Era già un anno che facevo impacchi schiarenti bio sia solo con camomilla che con la cassia e avevo ottenuto solo riflessi nessun cambiamento sostanziale. Per cui mi sono convinta che una di quelle tinte leggere che dicevo prima era la soluzione ideale, ho pensato che una volta schiariti sarebbe stato più semplice mantenere il colore con gli impacchi naturali  e mi sono recata a comprarla.
Volevo ottenere un risultato simile:



Un bel biondo freddo non troppo chiaro insomma. 
Parlandone con la commessa mi convince a prendere un 9 (biondo chiarissimo) perché secondo lei con la mia base e non contenendo ammoniaca la tinta sarebbe uscito un 8 che era la tonalità di colore che desideravo. La compro, chiamo la mia migliore amica nonché parrucchiera e le chiedo di farmela.
Da subito comincia a dire che secondo lei era troppo blanda, ma decidiamo di provare.
Vi ho già mostrato la mia reazione sopra. I capelli erano ramati! 


luce naturale
luce naturale diretta




Ora, secondo la mia amica ciò è accaduto perché la tinta essendo appunto blanda ha schiarito poco, o meglio quasi nulla, e in compenso ha tirato fuori il mio pigmento rosso. Infatti c'è da dire che di mio ho naturalmente i riflessi rossi. Da piccolina ero bionda miele poi mi sono scurita ma guardando le mie foto con qualsiasi colore (sono stata sia chiara che scura) ho sempre avuto i capelli  tendenti al rossiccio/arancio sotto luci calde sia artificiali che naturali, come il sole al tramonto.
Ma così era decisamente troppo, erano rossi pure con le luci fredde. Non mi piaceva per nulla, ho fatto un giorno a piangere in pratica perché non mi ci vedevo proprio.

Avendo la fortuna di avere, come dicevo prima, per migliore amica una parrucchiera l'ho pregata di sistemarli in qualche modo. Volevo togliere il ramato il più possibile e possibilmente schiarirli dato che il guaio era avvenuto per ottenere quello.
Sono andata in negozio da lei e dopo varie discussioni sul da farsi abbiamo optato per una tinta (chimica, con ammoniaca ecc) biondo chiaro beige con dentro in aggiunta sia del cenere che del violetto per cercare di smorzare il più possibile il ramato.
Il risultato è stato questo:


luce naturale

luce naturale

luce naturale
Il ramato si era spento ma il colore era rimasto invariato. Già meglio ma ancora troppo rossiccio per i miei gusti.
Per cui il giorno dopo sono ritornata in negozio a fare dei colpi di sole tonalizzati perla per cercare di schiarire il colore.
Finalmente sono rimasta soddisfatta. I capelli ora sono biondi su base mielata. E' sempre un biondo caldo ma per lo meno non sono più ramati. Tra l'altro la base mielata (che per me è arancione) si vede solo sotto una luce calda. 
Per cui direi che non era quello che volevo inizialmente, se mi evitavo tutto il pasticcio forse era meglio ma finalmente comunque se me li guardo mi piacciono e ne sono contenta.


luce naturale

luce artificiale

luce artificiale calda diretta
Riassumendo in 4 giorni ho fatto 5 shampoo, due tinte (una leggera e una tradizionale) e i colpi di sole. Direi che ho decisamente strapazzato i miei capelli e questa parentesi non si può per nulla far rientrare nel mio percorso bio con tutti questi trattamenti chimici.
Ora continuerò con i miei impacchi coloranti ma soprattutto li coccolerò con impacchi stra-nutrienti perché direi che dopo questa avventura se li meritano decisamente.
Di certo ho avuto un'ulteriore conferma di quanto si siano rafforzati i miei capelli con il passaggio al bio, tempo fa a sei mesi dall'ultimo taglio e con tutti questi trattamenti li avrei avuti rovinatissimi.

Colgo l'occasione per ringraziare anche qua Alessia, nel caso mi legga, per il suo lavoro ma soprattutto per la pazienza che ha con me. Ti voglio bene.




Di certo dopo tutta questa esperienza prima di rifare una tinta ci penserò bene e nel caso andrò a comprarla con lei così ascolto subito i suoi dubbi e mi affido alla sua sapienza.



Lily

"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" Gandhi

9 commenti:

  1. Avevo seguito la tua disavventura sul gruppo di Miss Haul. Alla fine hai ottenuto sicuramente un buon risultato, in realtà a me piacevano anche un po' sul ramato (sono una grande appassionata di rossi, ahah!). Appena possibile vorrei chiederti un consiglio "capelloso" :p
    Un bacio cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! :)
      Quando vuoi sai dove trovarmi ;)

      Elimina
  2. ma cmq a me piacevano tantissimo come li avevi!! anzi forse li preferivo..anche se cmq ora sta altrettanto benissimo!! poveri capelli ma secondo me ogni tanto capita nulla a cui non si possa rimediare con tanti impacchi nutrienti =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi scuso per l'italiano..ho riletto e non so come abbia fatto a fare così tanti errori :p

      Elimina
    2. Ma il "bello" é che anche a me piacevano come erano prima, poi mi sono fissata che leggermente più chiari mi sarebbero piaciuti ancor di più. Bisogna sapersi accontentare nella vita! :)
      Ps tranquilla :)

      Elimina
  3. A me piaceva molto il ramato che ti era venuto fuori! Ma sono di parte...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come colore di capelli in generale piace un sacco anche a me ma non riesco a vedermelo addosso :)

      Elimina
  4. Oddio! Giusto ieri pensavo di schiarire il mio cenere con una tinta Villa Lodola, incuriosita dalle opinioni positive (c'è da dire che riguardavano tutte castani/cioccolato.) Ora non son più sicura sigh :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi andare tranquilla chiedi prima consiglio ad una parrucchiera professionista. Io mi sarei evitata tutto il dramma :)

      Elimina

Grazie per il tuo commento, il vostro riscontro è molto prezioso! :D
Ti chiedo cortesemente di non lasciare spam e di usare un linguaggio consono ed educato. Tutti i commenti che non rispettano questi due punti verranno automaticamente cancellati.

 

Copyright @ 2013 Breakfast at Lily's.