mercoledì 28 agosto 2013

[Materie prime] Tutto quello che dovete sapere sulla Cassia


Io amo la cassia, lo dico subito e senza preamboli! Per me è un vero toccasana, il miglior trattamento che potete fare ai vostri capelli.

Cos'è?
La cassia è una polvere ristrutturante per capelli. Viene ricavata dalla pianta Cassia obovata (o cassia italica o senna italica, si chiama in tutti e tre i modi). 
Deve essere pura e lo capite leggendo l'inci: dev'essere scritto solo un ingrediente ovvero, più frequentemente, "cassia obovata" oppure "cassa italica" o "senna italica".


pianta
Benefici
La cassia ha proprietà astringenti e antibatteriche. Conferisce luminosità e morbidezza ai capelli, li rinforza, dà volume e li condiziona. Non va ad alterare il colore di partenza, se non ossidata, per questo è anche conosciuta come hennè neutro perché apporta tutti i benefici dell'hennè senza però colorare.

Come si usa
Ci sono due metodi diversi per usare la cassia e si differenziano in base all'uso che volete farne.
1) cassia come impacco rinforzante
in questo caso non va ossidata e così facendo non altera il colore di partenza ma lo rende solo più luminoso e brillante. Basta prepararla e applicarla direttamente sui capelli. 
Come dicevamo la cassia si presenta in polvere, per usarla dovete formare una pappetta. Potete farlo solo con acqua o aggiungerci ciò che più volete. Tende a seccare per questo io la preparo aggiungendoci sostanze ammorbidenti e nutrienti. Il mio impacco preferito è 100 grammi di cassia, un vasetto di yogurt bianco, un cucchiaino di miele, un tuorlo d'uovo e camomilla per enfatizzare i riflessi chiari quanto basta per formare una pappetta morbida da poter spalmare con facilità ma non troppo liquida che cola. Se soffrite di forfora evitate lo yogurt, se invece dei riflessi chiari volete enfatizzare quelli castani sostituite la camomilla con del cacao e rendete morbido il composto con l'aggiunta di acqua, di yogurt o di altre sostanze più o meno liquide come il tè.
Applicate, avvolgete con pellicola e asciugamano, o se vi trovate meglio con pellicola e cappellino di lana, e tenete in posa più che potete anche se in questo caso già due ore bastano.
E' un impacco pre-shampoo per cui dopo potete sciacquare e lavare i capelli come vostro solito. Tenete conto che comunque i capelli non devono essere molto sporchi perché più sono puliti meglio assorbono i benefici. Se avete i capelli appena puliti potete pure sciacquare senza fare lo shampoo dopo, personalmente preferisco farlo perché con tutte le varie sostanze grasse come tuorlo e yogurt se non lavo mi rimangono i capelli appesantiti.

2) cassia come impacco colorante
Se fate ossidare la cassia questa rilascia riflessi chiari, ma vale solo se ossidata, se fatta con costanza e se non partite da scure.
In questo caso la pappetta va lasciata riposare coperta con un acido o con una sostanza calda (ma non bollente). Io di solito la faccio ossidare bagnandola con camomilla acidificata con del limone e poco miele. Deve riposare dalle 12 ore fino ad un massimo di 48, tenendo conto che con il caldo il processo di ossidazione avviene prima (per cui ad esempio già 8 ore possono bastare). La ciotola la copro con della pellicola ma va bene anche un canovaccio umido. Passate queste ore potete ultimare la preparazione aggiungendo altri ingredienti se volete e rendendo la pappetta morbida, io normalmente aggiungo solo altra camomilla fino al raggiungimento della consistenza ottimale.
Dopo di che, applicate, avvolgete sempre con pellicola e asciugamano/cappellino e tenete in posa il più possibile. Essendo colorante cercate di tenerlo per 4-5 ore affinché i riflessi prendano bene.
In questo caso l'impacco è post-shampoo ed è preferibile risciacquarlo solo con acqua e al massimo un po' di balsamo per non rischiare che lo shampoo lavi via il colore ottenuto. Come dicevo su non aspettatevi miracoli,  non è una tinta ma se partite già da un buon punto e avete costanza otterrete un bel colore chiaro dorato. C'è chi aggiungendo anche altre sostanze tintorie come la curcuma riesce a coprire perfino i capelli bianchi. 


Per entrambi i metodi vale la regola che potete aggiungere all'impacco ciò che più preferite, pure altre erbette. Personalmente eviterei solo sostanze oleose che filmando il capello potrebbero non far legare bene l'hennè alla cheratina (stessa ragione per la quale è preferibile fare l'impacco su capelli puliti) ed eviterei l'amla se siete chiare perché un impacco con cassia e amla insieme mi tinse di castano, ora questo come ogni cosa è soggettivo, so con certezza di gente chiara che usa l'amla (o il brahmi) senza problemi ma se è la prima volta sappiate che c'è questo rischio.

NOTA BENE: si consiglia di non farla venire a contatto con il metallo, è preferibile quindi usare utensili in legno/plastica/vetro.
Se avete i capelli tinti e volete fare la cassia non c'è problema a patto che quest'ultima sia pura. O per lo meno, io ho applicato la cassia pura sia su capelli naturali, sia su capelli tinti e sia su capelli decolorati e non ho riscontrato mai alcun problema. Viceversa, se avete i capelli hennati con la cassia e volete tingerli sappiate che legandosi ai capelli, soprattutto se fatta con costanza nel tempo, c'è il rischio che la tinta chimica non prenda bene e uniformemente per cui conviene aspettare qualche mese fra l'ultima applicazione di cassia e la tinta.
In ogni caso per andare sul sicuro ed evitare sorprese è bene fare una prima applicazione sui capelli che rimangono sulla spazzola ad esempio in modo da vedere prima il risultato.


Applicazione
Onestamente vi dico che non è semplicissimo ma pian piano si prende la mano. Di solito io me la faccio applicare dalla mia migliore amica che è una parrucchiera e la distribuisce esattamente come se fosse una tinta.
Se fate da sole vedete un po' voi come vi trovate meglio, io seguirei il "metodo janas" che potete vedere in questo video (c'è anche una seconda parte) ovvero farei una riga centrale e partirei intorno ad essa dall'alto arrotolando man mano le ciocche e scendendo. Ogni metodo va bene l'importante è che la mettiate ovunque e in abbondanza.
Può esser utilizzata sia sui capelli bagnati che su quelli asciutti, anche qua come preferite.
EDIT: scrivo questa modifica oggi 06/03/2014; ormai è qualche mese che applico la cassia da sola e seguo esattamente il "metodo Janas" che si vede nel video e che vi descrivevo su. Se uso della cassia molto sabbiosa ho seri problemi a metterla da sola, se invece uso cassia di migliore qualità che diventa subito cremosa e lo rimane faccio tutto tranquillamente.


Impacco sherazade 
Lo sherazade è una variante sempre post-shampoo del tradizionale impacco colorante che abbiamo visto prima. Rispetto a quest'ultimo ha il vantaggio di essere più veloce per quanto riguarda i tempi di posa. Se infatti prima si deve tenere 4-5 ore con lo sherazade i tempi si riducono a 1-2 ore. Per realizzarlo basta dopo aver fatto ossidare aggiungere al composto del balsamo, quanto basta per renderlo morbido.

Tempi e quantità
Potete rifarlo ogni quanto volete (anche ogni settimana se preferite), io eviterei di farlo troppo spesso. Starei da un minimo di ogni 15 giorni fino a quanto volete. Di solito io la facevo ogni 30 giorni, ma arrivavo anche a 45 per pigrizia.
La quantità dipende dai vostri capelli, fino a quando mi arrivavano poco prima del reggiseno 100 grammi mi bastavano poi sono diventati pochini. L'unico modo per capirlo è farlo. Tenete conto che ne va messa in abbondanza, la ciocca deve esser ben "glassata".Le prime volte vi consiglio di abbondare, meglio averne in più piuttosto che ritrovarsi senza. Inoltre, se avanzate della pappetta potete congelarla e riusarla la volta dopo; vi regolate in base a quello: a seconda di quanta ne avanzate poi ne fate meno. 

Costi, marche e reperibilità
Sia il costo che la reperibilità dipendono dalla marca. Potete scegliere quella che preferite l'importante è che sia pura, perciò potete anche comprarla senza brand in erboristeria ma se la vendono sfusa o andate a fiducia oppure cercate un modo per assicurarvene, come chiedere di vedere l'inci sullo scatolone che la conteneva in origine.
La marca senza dubbio più economica e reperibile è Forsan, la tradizione erboristicaSi trova anche nei supermercati e costa 3,18€ x 100 grammi. Personalmente uso questa principalmente per comodità, mi trovo bene anche se devo ammettere che è sabbioso.
Ho provato anche quella della Khadìcosta circa 5,90€ x 100 grammi, e mi è piaciuta molto e vorrei provare quella di Janas, costa circa 4€ x 100 grammi, che a detta di tutte è la migliore in commercio. Queste due marche sono reperibili sono online (Janas la trovate su facebook qua) o nelle bioprofumerie per cui essendo rivenditori potreste trovare differenze con i prezzi che vi ho indicato.
EDIT: ho smesso di usare Forsan e sono passata a marche meno sabbiose.


Come vi dicevo per me è uno dei migliori trattamenti che potete fare ai vostri capelli e mi sento di consigliarla a tutte.


Lily

"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" Gandhi

58 commenti:

  1. hai spiegato tutto in modo chiaro ed esauriente,era da un po' che sentivo parlare della cassia e mi stava incuriosendo, ora la voglio provare^^

    RispondiElimina
  2. Grazie Licia, post utilissimo, e che tempistica! Sto per fare il secondo impacco e mi chiedevo dove potessi trovare le miscele Janas e Khadì..speriamo ce l'abbiano nella mia città :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai un thymiama bioprofumeria vicina ha sicuramente janas. I rivenditori khadì non li conosco, io lo avevo preso online dal sito amici di natura. :)

      Elimina
  3. Ma quindi io che faccio la tinta non posso usarlo come impacco pre shampoo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi usarlo ma sapendo che c'é il rischio che soprattutto dopo più applicazione la tinta non prenda uniformemente

      Elimina
  4. Il tuo blog mi fa impazzire. Sto prendendo nota di tutto e io, che in questo campo sono ignorante, sto imparando tantissimo... Grazie *_*

    RispondiElimina
  5. domanda stupidissima: dopo aver aspettato un paio di mesi dall'ultima cassia ho fatto i colpi di sole. Ora quanto devo aspettare per riprendere i miei impacchi con la cassia? non la farei ossidare tanto con i colpi di sole ho già ottenuto il risultato che volevo. In teoria posso anche non aspettare giusto? solo che non ho mai provato e non vorrei sbagliare qualcosa.. grazie :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto se la cassia è pura puoi anche non aspettare, se proprio vuoi per scrupolo aspetta un mesetto ma non è necessario :)

      Elimina
    2. grazie <3 volevo solo una conferma!

      Elimina
  6. Ciao :) bellissimo questo tuo post! Io volevo a breve farò un impacco di Neem più Cassia delle Erbe di Janas perché ho i capelli molto grassi e fini. Però a Marzo devo fare la tinta rossa per coprire una bella ricrescita. Dici che non prende bene? Perché non posso rinunciare ne alla Cassia ne alla tinta :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :)
      Innanzitutto grazie! Se la cassia la si fa con costanza nel tempo c'è questo rischio. Il che vuol dire che se la fai ad esempio ogni mese ininterrottamente per un anno e poi fai subito la tinta può accadere. Può però, non è detto: è una possibilità non una certezza :)

      Elimina
    2. Di nulla, è la verità *-* allora, la cassia la faccio una volta ogni due mesi e la tengo in testa più o meno due orette ^^ la tinta invece ogni mese e mezzo (faccio un rosso bello forte tipo quelli della MajiContrast della l'oreal) diciamo che la tinta ha la precedenza. Alterno questi due trattamenti, l'unica mia paura è solo quella di fare una tinta "incolore" diciamo AHAHAHAH
      Grazie ancora della tua risposta :3

      Elimina
    3. Speriamo in bene allora! Fammi sapere se riscontri problemi o se invece va tutto come sperato :)
      Ps figurati è il minimo! Grazie a voi per i vostri commenti!

      Elimina
  7. Ciao!! ho trovato il tuo post completo ed esauriente :D io ho preso la cassia in erboristeria e ora stavo vedendo come usarla, io vorrei un effetto nutriente e riflessante ma non tintorio sui capelli, mi consigli come potrei fare? avrei pensato di far ossidare un pò la cassia cn camomilla e limone ma di applicarla prima dello shampo aggiungendo gel di semi di lino,aloe,e un pò di olio ( di oliva o di mandorle dolci) per nutrirli pensi che possa funzionare?
    grazieee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao francesca, innanzitutto grazie. Personalmente non amo mischiare oli e polveri per cui aggiungerei yogurt (non soffrendo di forfora) oppure del balsamo per contrastare l'eventuale secchezza dovuta alle erbette in polvere. Però c'è chi usa anche gli oli nel composto e si trova bene per cui si può funzionare prova così se poi il risultato non ti soddisfa la prossima volta cambi :)

      Elimina
  8. Posso fare cassia oblata solo x nutrire ho i capelli tinti chimicamente?molto secchi sulle punte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtá la cassia é più rinforzante e ristrutturante che nutriente. Se i capelli sono molto secchi per via dei trattamenti chimici credo siano meglio degli impacchi con oli oppure maschere nutrienti :)

      Elimina
  9. Ciao :) grazie x l'utilissimo post! Io pensavo di usarla: ho i capelli castani con shatush biondo, vorrei nutrirli e lucidarli e magari rinvigorire il biondo, ma senza schiarire ulteriormente! Secondo te va bene se faccio cassia + camomilla invece di normale acqua?? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :) certo va benissimo utilizzare la camomilla al posto dell'acqua.
      Tieni conto che ad alcune le polveri tendono a seccare, se a te fa quell'effetto fai seguire all'impacco con la cassia un impacco maggiormente nutriente (ad esempio usando degli oli o una bella maschera) oppure aggiungendo direttamente al composto ingredienti come il balsamo, il miele o lo yogurt (quest'ultimo solo se non soffri di forfora). Inoltre c'è la possibilità che con l'uso continuo la cassia enfatizzi i riflessi chiari, per cui magari potresti vederli più chiari.
      Infine avendo te lo shatush controlla che la cassia sia pura e magari ti conviene prima provare su una ciocca nascosta o sui capelli che rimangono nella spazzola. Io l'ho utilizzata sui capelli decolorati senza alcun problema ma dato che è soggettivo il risultato se vuoi proprio andare sicura conviene fare così :)

      Elimina
    2. Grazie per avermi risposto :) mi rimane una curiosità : la cassia enfatizzerebbe i riflessi chiari anche se metto semplicemente l'acqua x miscelare? Grazie

      Elimina
    3. In teoria no, nemmeno con la camomilla. Per far si che schiarisca va lasciata ossidare (aggiungerci ad esempio limone e coprirla) per un minimo di 8 ore fino ad un massimo di 48 circa.
      Nei fatti però è tutto soggettivo, sui miei capelli non ho riscontrato tantissime differenze fra quando la facevo ossidata e quando no. I riflessi chiari li ho già di mio, e li ho visti enfatizzarsi con l'uso costante dopo circa un annetto.
      Ps. figurati, grazie a te. Per qualunque domanda chiedi pure non farti alcun problema :)

      Elimina
    4. Grazie! Mi sa provo a fare una semplice camomilla con una bustina, x non farla troppo forte, e la mischio alla polvere! L'importante è che mi lucidi bene i capelli.. I riflessi biondi sono l'ultima cosa ;)

      Elimina
    5. Si prova a far così. La cassia per quello su di me è stata miracolosa, poi ovviamente devi trovare la "formula" che più ti piace ma soprattutto é la costanza che fa gran parte del lavoro ;)
      Fammi sapere poi!

      Elimina
    6. Ieri ho comprato la cassia della marca Kadhi ;) la mischierò con la camomilla! Come ti dicevo ho lo shatush biondo.. Quanto mi consigli di tenerla in posa??

      Elimina
    7. Non c'é un tempo limite di solito puoi tenerla da un minimo di un'oretta e mezza fino anche a 5 ore. Non essendo un impacco colorante io facevo due ore ma vedi te in mase ai tuoi impegni e alla tua resistenza.
      Se vuoi esser più sicura prova prima sui capelli che rimangono nella spazzola o su una ciocca nascosta. Inoltre io aggiungerei o del balsamo o del miele o se non soffri di forfora dello yogurt perchè le polveri da sole tendono leggermente a seccare :)

      Elimina
    8. Sempre gentilissima! Grazie :)

      Elimina
    9. ciao, ho letto un po' le tue risposte e ho capito che se la cassia è pura va bene sui capelli decolorati, oggi in erboristeria mi hanno dato sia l'henne neutro(la cassia) e sia l'henne biondo(cassia+ curcuma+camomilla),io ho un balayage californiano (quindi i capelli sono stati decolorati sulle lunghezze, e poi bagnati con un biondo caramello) ,Se li usassi mischiandoli devo farli ossidare ? o mi ritrovo tipo giallo evienziatore?

      Elimina
  10. Ciao, il tuo post è interessantissimo! Vorrei chiederti un consiglio... sono castana scura e vorrei schiarire di parecchio la chioma. Se decoloro con polvere decolorante o acqua ossigenata (senza tinta) e poi metto impacchi di cassia, limone, curcuma, camomilla e tutto ciò che di naturale ha poteri "imbiondenti" ( :-D ), potrei ottenere anche un biondo scuro? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Innanzitutto grazie :)
      Il problema principale é che le erbette o comunque le cose naturali non schiariscono, nel tempo con costanza possono regalare ed enfatizzare i riflessi chiari, per cui nella visione d'insieme l'effetto è di un capello più chiaro, ma schiarire tanto è praticamente impossibile. Con il naturale da un castano scuro purtroppo non puoi ottenere un biondo scuro. Per cui si il primo step sarebbe arrivarci chimicamente e personalmente ti sconsiglio assolutamente il fai da te, soprattutto nel caso di schiarire con acqua ossigenata o decolorazione rischi di fare gran danni sia a livello di colore (ho visto tante diventare arancioni o peggio tendere al verde) che proprio di struttura di capelli. Meglio affidarsi ad un professionista serio e capace.
      Una volta bionda invece il colore delle lunghezze riesci senz'altro a mantenerlo con le erbette, il problema sta nella ricrescita perché quella sarebbe scura e di nuovo le erbette ecc li non possono far granché. Quella la dovresti ritoccare ancora e sempre chimicamente. In pratica sarebbe esattamente come fare la tinta ogni mese. Se vuoi esser bionda purtroppo credo che il chimico sia l'unica soluzione (con tutte quello che comporta a livello di salute dei capelli). Puoi senz'altro poi curare il capello con i prodotti naturali ma il colore vero e proprio con cassia ecc diventa realmente difficile :(

      Elimina
    2. Grazie mille per la tua risposta e i consigli! :-) Io avevo pensato di fare il biondo solo sulle lunghezze per un effetto shatush, perché, secondo me, nell'insieme è meno forte visivamente per chi è castana scura, rispetto a fare i capelli tutti biondi. E poi soffro di dermatite sulla cute e non potrei fare nessun trattamento chimico direttamente sul cuoio capelluto. Allora mi conviene affidarmi a qualche esperto e successivamente curare i capelli con cassia & co.!

      Elimina
    3. Cosi la vedo già molto più fattibile nel senso che fai lo shatush chimicamente e poi vai avanti con cassia & co senza problemi di ricrescita ecc. Però si per la parte chimica conviene rivolgersi ad un professionista, nel caso dello shatush ancora di più almeno te lo fa (spero) bello sfumato e non ti da l'effetto bicolor ma bensì di sfumatura graduale :)
      Fammi sapere poi nel caso!

      Elimina
    4. Grazie ancora! :-)

      Elimina
  11. Ciao, grazie per il tuo articolo, è stato molto chiaro ed esauriente! Innanzi tutto chiedo scusa se mi dilungo, ma vorrei un consiglio.
    Il mio colore naturale dei capelli è castano scuro e, per coprire i capelli bianchi, uso la lawsonia inermis (l'hennè rosso). Anche se l'effetto mi piace moltissimo, prevedo che in futuro, con l'aumentare dei capelli bianchi, la mia testa sarà sempre più ramata e non mi piacerebbe. Pertanto sto pensando di dirigermi verso la Cassia, in modo che i miei capelli bianchi diventino biondi. Adesso, credo, che la percentuale dei capelli bianchi sia il 20-30% e quindi mi domando se iniziando adesso con la Cassia potrei stare bene. Mi viene il dubbio che e, essendo scura di base, il contrasto potrebbe essere molto e quindi stare male. Però posso anche pensare che potrebbero apparire come di colpi di sole. Certo, se non si prova non si può sapere, però avendo i capelli oltre le spalle, e non volendoli tagliare, provare mi comporterebbe avere la testa di tre colori (castano, ramato, biondino), un pò come è successo nel passaggio dalla tinta classica all'hennè, solo che, in questo caso, sarebbe molto più evidente. Vorrei sapere sai di casi come il mio, se stavano bene, oppure come pensi che potrei stare. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie a te e scusa per la risposta tardiva. Casi come il tuo non ne conosco, tutti i casi che so usano la cassia anche per i bianchi sono persone chiare. Va contato anche che non sempre si riesce a coprire bene i bianchi, conosco una persona ad esempio che ci riusciva solo con la lawsonia e solo se usata "pura", se prendeva mix che la contenevano non li copriva per cui essendo lei castana era obbligatata a fare tutte le volte un doppio passaggio: prima la lawsonia per coprire i bianchi e poi un castano per coprire i ciuffi diventati rossi. Stava in ballo una giornata intera in pratica :(
      Perchè non provi a chiedere a Pietro di another and more? Lui ha una esperienza con le erbe molto più vasta rispetto alla mia per cui magari conosce casi come il tuo e sa consigliarti meglio! Ha sia un blog che un canale yt inoltre lo trovi anche su fb

      Elimina
  12. Buongiorno! Scrivo perchè avrei bisogno di chiarire un dubbio! :-) Ho i capelli castano scuro sui quali a partire da settembre scorso ho fatto due impacchi di lawsonia inermis per ottenere dei riflessi ramati a distanza di tre mesi l'uno dall'altro e il tutto ha funzionato a meraviglia: ora ho i capelli castano-rossicci che mi piacciono un sacco. Tuttavia, per evitare di scurire troppo il colore e rifare quindi sopra un altro impacco di lawsonia, ho preferito optare per la cassia obovata mescolata ad altri ingredienti naturali schiarenti come il limone, la camomilla, la curcuma, lo zafferano... perchè ora mi piacerebbe ottenere un castano ramato con riflessi biondicci. Secondo te è possibile? E' il caso che continui con questi pastrocchi o dovrei lasciar perdere? Grazie se risponderai! Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :)
      La cassia enfatizza i riflessi soprattutto sui capelli giá chiari di partenza. Però tentar non nuoce, male non fa per cui puoi provare a farla (sempre ossidata e con ingredienti schiarenti come hai fatto) e magari nel tempo ti aiuta a far emergere dei riflessi dorati :)

      Elimina
  13. Un'altra cosa! Mi sono dimenticata di lasciare ossidare l'impacco con la cassia questa volta, però ne ho fatto tanto e quindi quello che ho avanzato l'ho messo in freezer. Perdonami la domanda idiota, ma... il tempo che il mio henné trascorre nel congelatore lo posso considerare come tempo di ossidazione o quando lo prendo fuori la prossima volta devo comunque lasciarlo in riposo per una ventina d'ore? E in freezer lo posso lasciare anche un mese o più? Spero di essere stata chiara xD e scusa per il disturbo! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su questo purtroppo non so aiutarti molto perché mi é capitato di congelare poche volte. Io l'ho tenuta nel freezer sempre un mese o poco più. Credo non ci siano problemi a lasciarla un po' di più ma non saprei con certezza. Credo anche che fra l'applicarla subito appena scongelata (considerando che comunque passa del tempo) e l'aspettare non cambi molto ma anche qui é un mio pensiero non ho la certezza. Io la metterei semplicemente una volta scongelata.
      Ps nessun disturbo :)

      Elimina
  14. Ciao,
    ho i capelli molto lunghi e ho fatto lo shatush sulla mia base castana chiara. Ora però a causa del mare ecc. i miei capelli si sono rovinati parecchio. Ho comprato l'hennè neutro della Forsan per riprenderlo un po'. Domani lo farò per la prima volta, ma vorrei dare cmq dei riflessi biondi a tutto.
    Volevo mettere la polvere + la camomilla e far ossidare e poi dopo tot ore aggiungere il miele e yogurt e metterlo in posa. Va bene così o devo mettere miele e yogurt prima dell'ossidazione? Grazie in anticipo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Martha, scusa il ritardo della risposta.
      Va benissimo che aggiungi miele e yogurt dopo, a fine ossidazione, però ti consiglio di acidificare la camomilla con del limone perché favorisce l'ossidazione. Poi può darsi che quando vai ad aggiungere gli altri ingredienti avrai bisogno di aggiungere altra camomilla per raggiungere la consistenza ottimale a quel punto va benissimo anche senza limone :)

      Elimina
    2. Grazie mille, proverò prossimamente ☺

      Elimina
  15. Intendevo che non volevo che prendessero riflessi dorati ma che rimanessero cenere... Come posso fare per ritornare cenere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, mi fai una domanda a cui non so rispondere. La cassia l'hai preparata con il miele e la camomilla? Magari hanno contribuito a dorare il riflesso. Se si prova con l'acqua semplice anche se temo che sia proprio lei a dare un riflesso dorato

      Elimina
  16. Ciao il tuo post è veramente veramente esauriente, avrei una domanda, ho letto in giro che la cassia alliscia i capelli ma è vero? Perché io ce li ho riccissimi e non vorrei si allisciassero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :) Dato che la cassia a lungo andare ricopre il capello é vero che lo volumizza ma al contempo potrebbe "appesantirlo" un pochino. Questo appesantimento potrebbe lisciare delle lievi onde, ma se si hanno i capelli ricci non credo proprio che la cassia riesca a lisciarli :)

      Elimina
  17. Io ho i capelli leggermente decolorati sulle punte e con qualche meches (fatte almeno 3 mesi fa..), vorrei provare a farmi un impacco di cassia..dici che avrò brutte sorprese? :-\

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In teoria no, anch'io la feci su dei colpi di sole. Se vuoi esser più sicura ti consiglio di fare prima una prova su una ciocca nascosta o sui capelli che rimangono nella spazzola

      Elimina
  18. Ciao e grazie per questo splendido articolo! Ho bisogno di un consiglio: ho i capelli tinti di castano scuro, io parto da un castano medio (un 4 per intenderci), e li ho fatti più scuri per tentare di togliere lo shatush che avevo sulle punte ormai diventate arancioni biondicce. Avere i capelli scuri mi piace molto perchè mi sento di nuovo naturale, ma la tinta chimica mi ha fatto avere un colore cupo e senza riflessi, ed ecco qui la domanda: adesso aspetto che il colore scarichi e ritorni di nuovo sul castano medio, poi secondo te sarà possibile fare un henné di questo tipo magari ossidandolo per farmi avere dei riflessi caldi? (non mi interessa schiarire ma solo donare riflessi caldi). Non mi piace proprio questo colore così cupo, io di mio ho un castano con riflessi caldi e mi piacerebbe riaverli così! grazie se mi risponderai

    RispondiElimina
  19. Ciao! ottimo articolo, molto preciso ed esauriente. Io adoro la cassia, la uso come impacco insieme a camomilla e limone (senza far ossidare, ma proverò anche con l'ossidazione di 12 ore). E' la cosa migliore che esista per ristrutturare i capelli. Sono castana chiara ma da anni mi tingo di biondo e ultimamente avevo fatto anche dei colpi di sole che però erano virati sul verde (il verde viene fuori se fate delle decolorazioni con le bustine, il capello si svuota di pigmenti e non prende più colore, solo verde/cenere). Solo la cassia è riuscita a risolvere il mio problema! Nemmeno i parrucchieri ci erano riusciti! E' un toccasana, davvero. Dà solo riflessi dorati, mai cenere, anzi copre il cenere, ma va benissimo ugualmente. Io uso quella pura, di Erbamea, faccio impacchi ogni 15 giorni e li tengo 2 ore e mezza (purtroppo per la ricrescita devo usare la tinta chimica, ma mai più decolorazioni!). Aggiungo che l'hennè neutro va bene anche dopo i trattamenti chimici, è il contrario che a volte rusulta problematico nel senso che la tinta chimica non prende bene sull'hennè perchè quest'ultimo ricopre il capello come una guaina. Cassia: straconsigliata!

    RispondiElimina
  20. Ciao! Avevo già provato la cassia obovata (proprio della marca che hai segnalato sopra) diversi anni fa, e mi ero trovata benissimo, mi aveva aiutato nel tragico passaggio dai prodotti siliconici a quelli ecobio... Tra l'altro anche con un'applicazione frettolosa di neanche un'oretta il risultato era stato ottimo, capelli lucenti, a cascata, pettinabilissimi.
    Un anno fa sono tornata a usare prodotti siliconici (vai a sapere perché), adesso i miei capelli sono abbastanza rovinati e tendono a ungersi molto più in fretta di quando usavo solo bio, per questo mi accingo, tra un paio di giorni, a ripetere l'esperimento con la cassia e a tornare nuovamente al bio...
    Domanda: so che la lawsonia dopo un po' di applicazioni tende a seccare e a rendere a crespi i capelli... lo stesso discorso vale per la cassai obovata? O quest'ultima ha componenti un po' meno basici della lawsonia? Il fatto che tu la faccia così spesso mi porta a pensare che non secchi troppo i capelli, ma volevo una conferma sulla differenza tra le due piante (non m'interessa colorarli, per quello vado sulla cassia)... Ciao e grazie in anticipo per il chiarimento!

    RispondiElimina
  21. Ciao
    Ho preparato la cassia con camomilla e limone. I risultati si vedono dalla prima volta oppure dopo vari usi?

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, il vostro riscontro è molto prezioso! :D
Ti chiedo cortesemente di non lasciare spam e di usare un linguaggio consono ed educato. Tutti i commenti che non rispettano questi due punti verranno automaticamente cancellati.

 

Copyright @ 2013 Breakfast at Lily's.