mercoledì 5 giugno 2013

Giornata mondiale dell'ambiente

Oggi si celebra la giornata mondiale dell'ambiente (cugina della giornata mondiale della Terra che invece ricorre il 22 aprile). Venne festeggiata la prima volta nel 1972 a seguito della sua proclamazione da parte dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Ogni anno si istituisce un tema centrale, quest'anno è la lotta agli sprechi alimentari ma in generale è un'occasione per riflettere su tutte le tematiche ambientali. Molte e varie le iniziative per le città italiane: a Milano ad esempio si sostiene la campagna di sensibilizzazione per il rispetto degli spazi comuni con "basta ai mozziconi a terra", a Palermo sono istituite per le scuole attività di educazione ambientale all'interno di un laboratorio di biologia marina e a Bologna si dedicheranno le giornate del 5 e 6 giugno alla lotta agli sprechi alimentari con la presentazione del libro "vivere a spreco zero" di Andrea Segrè.

Approfitto di questa giornata per una piccola riflessione. Oltre che amata la natura andrebbe soprattutto conosciuta. Nell'ambito dei cosmetici bio mi accorgo che spesso la gente pensa che naturale significhi sano e innocuo. Questo non è propriamente vero perché in natura ci sono molti allergeni, basta pensare che le allergie più comuni riguardano sostanze naturali come polline e piante e non sostanze artificiali o chimiche. Per cui non si può pretendere di poter usare tutto in tutte le quantità perché "tanto è naturale non può far male". Conoscere la natura diventa quindi un conoscere noi stessi, capire cosa ci fa bene e cosa no, cosa ci dà benefici ed effetti e cosa no, cosa amiamo e cosa invece preferiamo non usare.
Un'altra cosa non si può pretendere è il "tutto e subito". La natura ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo veramente bisogno (dalle cose primarie come aria, acqua e tutto ciò con cui sopravviviamo a quelle secondarie e terziarie come i cosmetici) ma ha i suoi tempi e vanno rispettati. I benefici che può dare un prodotto biologico sono duraturi e reali ma lenti, ci vuole pazienza e costanza.

La domanda con cui voglio lasciarvi è questa: cosa faccio io ogni giorno per contribuire a salvaguardare il nostro pianeta?
Purtroppo non si fa mai abbastanza ma se ognuno di noi adottasse uno stile di vita maggiormente ecosostenibile anche solo nelle piccole cose del quotidiano sono convinta che la salute ambientale migliorerebbe decisamente. Sono i piccoli passi che portano al raggiungimento della meta!




Lily

"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" Gandhi

0 commenti:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento, il vostro riscontro è molto prezioso! :D
Ti chiedo cortesemente di non lasciare spam e di usare un linguaggio consono ed educato. Tutti i commenti che non rispettano questi due punti verranno automaticamente cancellati.

 

Copyright @ 2013 Breakfast at Lily's.