venerdì 28 giugno 2013

Andiamo fuori tema: la sigaretta elettronica

Quando ho aperto il blog mi ero ripromessa di parlare di vari argomenti ma con un filo comune: il biologico e l'ecosostenibilità. Con il post di oggi, in cui parlo della sigaretta elettronica con nicotina, infrango totalmente questa mia autoregola. Ho deciso di parlarne comunque perché mi accorgo che c'è davvero tanta disinformazione in giro e qualche spiegazione in più può esser utile a qualcuno. 
Innanzitutto, io non sono una fumatrice. Non lo sono mai stata ma ho sempre vissuto con due fumatori (i miei genitori), ho vari amici che lo sono e l'uomo che ho scelto come compagno di vita lo è, anche se dovrei dire era. Ma cosa più importante sono una gran curiosa e se un argomento mi interessa (o interessa una persona a me cara) leggo il possibile e l'inimmaginabile fin quando ho un'opinione vasta e precisa. Ci sarebbe davvero tanto da dire, cercherò di essere il più sintetica possibile.
Premessa da ricordare per tutto il post: la sigaretta elettronica è una sigaretta tanto quale quella normale, migliore per certi aspetti ma comunque una sigaretta!
Per cui ad esempio sono favorevole al divieto per i minori, nelle scuole e nei luoghi pubblici in generale. Non sto a dilungarmi sul cos'è perché ormai lo sanno anche i muri, e nel caso ve lo siete persi basta cercare in internet. Vorrei invece soffermarmi su alcuni dati tecnici e riflettere con voi sullo spirito con cui queste nuove sigarette van prese. Dico subito che io sono "a favore" solo se usate coscientemente.

I suoi vantaggi maggiori sono in sostanza l'essere economica e l'essere salutare. Ognuno può con un semplice calcolo capire quanto può risparmiare. Nel caso del mio ragazzo calcolando quanto avrebbe speso con la sigaretta normale e quanto con quella elettronica è emerso che il risparmio annuo è di 1411,40€. Per il discorso salute invece, uno studio del 2004 del DCD National Center for Chronic Disease Prevention and Health Promotion ha stabilito che il fumo di sigaretta tradizionale contiene ben 69 sostanze nocive, tra cui quelle generate dalla combustione. Nella sigaretta elettronica ce ne è solo una: la nicotina. Il resto del liquido è composto da glicole propilenico, glicerolo vegetale, acqua e aromi naturali.

Può essere un valido aiuto per chi smette di fumare. Per smettere in realtà basterebbe deciderlo e avere forza di volontà. Questo però non è da tutti e spesso entrano in gioco altri fattori come la stima che uno ha di sé. In famiglia ho avuto due esempi: mia madre e il mio fidanzato, entrambi (ex) fumatori incalliti da tanti anni. Mia madre ha smesso da sola da un giorno all'altro senza nessun problema particolare, il mio ragazzo pur volendolo e pur avendo lei come esempio non ci riusciva. Mia madre però a differenza sua ha una forza e una stima di sé molto più elevate. E' come se per lui smettere di fumare fosse un obiettivo troppo grande da poter raggiungere da solo, con la sigaretta elettronica invece entra in gioco il meccanismo psicologico del "non sei solo, puoi contare sul mio valido aiuto" e ciò aumenta la forza di volontà. Inoltre smettere con la sigaretta elettronica significa diminuire pian piano il livello di nicotina, e questo è nettamente più semplice da affrontare, sempre a livello psicologico, rispetto al smettere subito. E' esattamente come se davanti ad un percorso grande che ci fa paura affrontare tutto in una volta lo dividessimo in tante piccole tappe, ogni volta che ne raggiungiamo una la stima verso di noi e il convincimento di riuscire ad arrivare all'obiettivo finale crescono.

Ma funziona? Si e no. Come molte domande non può avere una risposta unica, dipende da tanti fattori. Ma andiamo per gradi...
La prima cosa da fare è rivolgersi ad un centro sicuro e controllato. Ormai i negozi che trattano questo nuovo mercato crescono come funghi, non accontentatevi e cercate il migliore. Chi ve la vende deve essere davvero ben preparato, o non vi servirà a nulla! E' davvero importante inoltre che il centro a cui vi rivolgete sia sottoposto a dei controlli perché questa è l'unica cosa che vi permette di stare tranquilli e di non entrare in contatto con sostanze molto nocive come quelle che si trovano nei liquidi non a norma. 
Una delle prime domande che un negoziante serio e competente vi rivolge è cosa fumi (inteso come marca) e quanto. Solo così può capire che liquido vendervi. I liquidi si dividono in due tipi: quelli a gusto di tabacco e quelli di altre fragranze (di solito frutta o dolci). Inizialmente dovete prendere il gusto e il grado di nicotina che più vi ricorda la vostra sigaretta abituale, solo così riuscirete a non toccarla più. All'inizio altri gusti o un livello di nicotina troppo basso non vi servirebbero a nulla perchè automaticamente vi farebbero sentire la mancanza della sigaretta a cui eravate abituati. E' per questo che la preparazione del negoziante gioca un ruolo primario e fondamentale, se sa indirizzarvi al meglio su ciò che necessitate metà del lavoro è già fatto. 
Qui entra in gioco il vostro stato mentale e la premessa iniziale del post: dovete concepire la sigaretta elettronica come la vostra solita sigaretta tradizionale. Non avete bisogno di cercare le vecchie sigarette, ce l'avete già in mano. Anche perché, riflettiamo insieme: le due cose che danno la dipendenza che vi porterebbe a cercare la sigaretta tradizionale sono nicotina e gestualità: con la sigaretta elettronica le avete entrambe. Se il gusto e il livello di nicotina sono quelli giusti non ce n'è proprio motivo (e in caso contrario tornate al negozio e state li anche ore fin quando non avrete trovato il gusto più adatto a voi, se il negoziante vi mette fretta cambiate centro, in quelli seri sono loro che ti esortano a provare e riprovare per trovare quello giusto).
Da qui è un percorso in discesa. Con calma potete cambiare gusto, anzi di solito arriva il punto in cui quello che vi ricorda la vostra ex sigaretta non vi piace proprio più e cercherete gusti più dolci, e abbassare il livello di nicotina. Sottolineo il con calma, non avete fretta tanto dovete pensare che rispetto a prima avete a che fare con un qualcosa di più salutare e che avete già fatto passi da gigante.
Quindi riassumendo, secondo me, funziona se:
  • la prendete seriamente e con lo stato mentale giusto
  • grazie anche alla preparazione del negoziante scegliete gusto e grado di nicotina giusti
  • non avete fretta
  • mantenete chiaro l'obiettivo finale
Di contro, non funzionerà se:
  • non la prendete seriamente, ma per moda o come giocattolo da affiancare alla sigaretta tradizionale.
  • scegliete un livello di nicotina troppo basso o un gusto che vi fa sentire la mancanza della vecchia sigaretta
Così facendo, non solo la sigaretta elettronica sarà inutile e uno spreco di soldi ma può diventare dannosa. Se la usate per moda o con un livello di nicotina troppo basso va a finire che passerete gran parte del vostro tempo a svapare assumendo livelli di nicotina ben maggiori. Per cui non dovete avere paura di un livello alto perché con quello farete meno tiri e non toccherete la sigaretta per più tempo, viceversa se vi accorgete che l'avete sempre in bocca o che comunque la riponete per brevi periodi vi conviene alzare il livello fin quando non sarete pronti a sostenere un grado inferiore.

Il mio fidanzato non tocca una sigaretta tradizionale dal 27 dicembre '12. E' partito da un livello di nicotina 18 fumando un pacchetto di sigarette al giorno e il gusto che più è simile alle sue ex sigarette, le Marlboro rosse. Pian piano è passato ad altri gusti e ha diminuito il livello, ora alterna un gusto di tabacco a nicotina 9 molto più dolce e buono (sa di tè) a gusti come nocciola, fragola, cioccolato a nicotina 4.5. Per smettere proprio del tutto ci vorrà ancora del tempo ma l'esser riuscito ad abbandonare le vecchie sigarette è già una vittoria. Come lui, conosco tante altre persone che ce l'hanno fatta e a cui la sigaretta elettronica è quindi servita. Ne conosco anche altre a cui no, anche se spesso i motivi rientrano nei due che ho elencato.

Ho scritto questo post per dare qualche informazione in più a proposito e per aiutare a riflettere chi usa questo strumento o si accinge a farlo su uno dei tanti modi per approcciarcisi. Spero possa risultare utile a qualcuno.
Se vi va, fatemi sapere cosa pensate in generale sull'argomento, se siete a favore o contro, se la usate, se non vi è servita....

EDIT: nel caso del mio fidanzato la sigaretta elettronica è servita. Non solo da quando ha deciso di usarla non ha più fumato una sigaretta tradizionale ma in poco più di un anno è riuscito a smettere del tutto anche con lei.

Ricapitolando, 
a fine dicembre '12 è passato alla sigaretta elettronica eliminando del tutto le sigarette tradizionali.
Dal 7 gennaio '14 ha smesso definitivamente anche con lei e non fuma più.


Lily

"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" Gandhi

20 commenti:

  1. Ottimo post! Anche io non sono una fumatrice ma ho visto spuntare come funghi tantissimi negozi che propongono la sigaretta elettronica e trovo che questo post potrà essere molto utile a chi vuole utilizzarla. Anche io concordo sul vietarlo ai minori, nei luoghi pubblici eccetera.. Alla fine è pur sempre una sigaretta e a me dà comunque un po' fastidio (c'è da dire che detesto proprio l'odore di fumo!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi per quello basterebbe un briciolo di educazione in più. Una persona educata chiede sempre se può fumarla quando è in compagnia di altre persone. L'odore é ben differente, meno fastidioso e molto meno persistente per fortuna ma è una cosa che va al di là. Ad esempio a me da più fastidio quando il mio ragazzo fuma un gusto dolce come il cioccolato piuttosto che un gusto di tabacco perchè i profumi troppo dolci mi fan venire mal di testa. Una mia parente ha una forte allergia al mentolo e pure a sentirne l'odore sta male. Al di là dei gusti, l'olfatto è una cosa talmente soggettiva che andrebbe sempre chiesto il permesso. Dato che l'educazione spesso manca, ben venga un decreto. Tanto chi è educato lo faceva anche prima, non cambia nulla! :)

      Elimina
  2. Io l'ho presa a gennaio...e sono durata un mese. Il problema con le elettroniche è che se cadi una volta...è la fine! E a me una forte delusione per un esame ha tagliato le gambe...ormai ho deciso che riprendo dopo la laurea :-D

    RispondiElimina
  3. L'università è una fonte di stress incredibile! Però se posso, ti sei chiesta come mai sei tornata alle tradizionali? Cosa c'era che ti mancava di loro e che la elettronica non ti dava?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh il gusto è diverso, è nettamente più buona! E calcola che io non fumo sigarette tradizionali ma tabacco...infatti anche la ragazza del negozio mi ha detto che per me sarebbe stato più difficile

      Elimina
    2. Si se il gusto era diverso è molto più facile riprendere. Secondo me all'inizio dev'essere il più simile possibile o è più semplice cedere. Però anche il ragazzo della mia migliore amica fumava il tabacco ha detto al negoziante la marca del tabacco in questione e insieme son riusciti a trovare il gusto che più glielo ricordava. Fai anche te così quando e se deciderai di riprovarci vai alla ricerca del gusto giusto :)

      Elimina
  4. Ho letto questo post giusto per passatempo e sono rimasta, ancora una volta, sorpresa dal tuo modo di scrivere. Nonostante a me l'argomento non interessi affatto ho letto tutto l'articolo con molta curiosità. Riesci a catturare l'attenzione *-* E il tuo spirito critico gioca un ruolo molto importante ^_^ Complimenti cara :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio infinitamente! I complimenti sul modo di scrivere sono i migliori che possa ricevere!! :)

      Elimina
  5. Mah... Per me meglio non fumare ne' le sigarette vere ne' quelle elettroniche!


    Nuovo giveaway da me... Ti va di partecipare?

    http://www.namelessfashionblog.com/2013/06/woakao-giveaway.html?m=1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su quello non ci piove, credo che anche i fumatori concordino con te! :)

      Elimina
  6. Molto bello questo post, e poi ci sta con l'argomento di ecosostenibilità con tutte le informazioni che hai dato! Io sono una fumatrice (di nuovo, da due anni avevo smesso poi ho ripreso ultimamente), sigarette tabacco o sigarette normali, mai più di 5-6 al giorno, quindi non mi ritengo una fumatrice accanita, e non ho mai preso in considerazione la sigaretta elettronica per questo. Credo che la sigaretta elettronica sia molto utile per chi fuma molto (troppo) e non riesce se non a smettere quantomeno a diminuire! E' un valido aiuto sia per la salute sia economico. Il fatto che alcuni la acquistino per gioco o, peggio, per moda forse è anche dato dal fatto che esistono vari gusti (liquirizia, vaniglia, etc.) che rendono il fumare "più piacevole", mentre il sapore delle sigarette normali a molti non piace perché è amaro, forte.

    Complimenti per la tua scelta di pubblicazione, è un argomento ancora troppo poco affrontato questo delle sigarette elettroniche, fa sempre piacere apprendere info in più sull'argomento e opinioni in merito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio! :)
      hai ragione, il problema della moda è anche che così si vanno a creare nuove dipendenze per nulla e qua mi riferisco a chi le sigarette tradizionali non le fumava ma questa si perchè di un gusto a loro piacevole e senza nicotina dimenticandosi che purtroppo non è solo la nicotina a portare dipendenza ma lo è anche il gesto.

      Elimina
  7. FUMO LA SIGARETTA ELETTRONICA ORMAI DA 4 MESI ABBANDONANDO COMPLETAMENTE LA SIGARETTA TRADIZIONALE
    SE INTERESSA, se interessa ho fatto UN VIDEO SU YOUTUBE CHE NE SPIEGA IL FUNZIONAMENTO http://youtu.be/qtmpw5W9Sc0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho avuto finalmente un attimo per vedere bene il tuo video, è davvero molto ben fatto complimenti. Pure la sigaretta che fuma il mio ragazzo è simile, principalmente per l'atomizzatore (lui però usa sempre il beccuccio tondo) sia per l'accensione a 5 click. :)

      Elimina
  8. Ciao Lily, è bello poter contare su testimonianze di chi ce l'ha fatta.
    Io sono una fumatrice, sono cosciente dei rischi ma ancor più mi deprime dover spendere così tanto per la mia dipendenza, specialmente quando il mio portafogli piange. Ammettiamolo: non c'è molta differenza tra questo ed una droga vera e propria, lo dico io per prima. E' avvilente per me dover dipendere da un oggetto, ma diversi motivi non mi hanno permesso di poter smettere. Da qualche tempo sto valutando l'idea di acquistare la sigaretta elettronica e questo post mi è stato utile. Grazie davvero :)
    Oltre questo... Il tuo blog è davvero interessante e ben fatto, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. figurati! grazie a te per averlo letto e per i complimenti. Mi fa solo piacere se può esser stato d'aiuto a qualcuno :)
      per il resto capisco perfettamente il tuo stato d'animo perchè anche il mio ragazzo si sentiva così prima, ora con la sigaretta elettronica questo sentimento si è alleggerito molto ma il suo fine è arrivare a smettere proprio per quello per non dover più dipendere da nulla.

      Elimina
  9. I really love your blog.. Pleasant colors & theme.
    Did you make this amazing site yourself? Please reply
    back as I'm planning to create my very own site and would like to learn where you got this from or what the theme is called. Thank you!

    Feel free to surf to my site :: web site

    RispondiElimina
    Risposte
    1. thanks a lot for your compliments. The idea was mine but the template was revised by MissHaul (http://misshaul.blogspot.it/).

      Please, the next time not leave spam.

      Elimina
  10. Ciao sono una nuova iscritta :) post molto utile ed interessante! Mi è piaciuto molto il modo in cui hai scritto :) complimenti ^^

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, il vostro riscontro è molto prezioso! :D
Ti chiedo cortesemente di non lasciare spam e di usare un linguaggio consono ed educato. Tutti i commenti che non rispettano questi due punti verranno automaticamente cancellati.

 

Copyright @ 2013 Breakfast at Lily's.